Home News Sardegna, terra millenaria compendio di Storia, Archeologia, Tradizioni e Folklore

Sardegna, terra millenaria compendio di Storia, Archeologia, Tradizioni e Folklore

304
0
SHARE

Le bellezze paesaggistiche sono solo una delle peculiarità sarde che colpiscono l’immaginario collettivo quando si parla di Sardegna, autentico sogno ad occhi aperti, anzi spalancati da stupore e da meraviglia. Particolarmente ricca di fascino la Sardegna sudorientale, non ancora del tutto esplorata dal grande Turismo  nonostante possegga il litorale più esclusivo, da jet set internazionale: Costa Rei. Essa fa binomio con Costa Smeralda, entrambe realtà turistiche nate dalla felice intuizione di ricchi imprenditori.

Il Golfo Costa Rei era zona  di pastori che nei 15 chilometri di spiagge incontaminate portavano le greggi al pascolo. L’esotico nome dal taglio tipicamente centro americano e caribico, Costa Rei lo deriva  dalle carte militari, acquistabili negli anni 60 solo a Cagliari presso la libreria Dessì. Fu proprio in una di queste carte che emersero i nomi di una collina e di uno stagno destinati a creare il Marchio del Sud-Sardegna: Sa Punta Rei e Piscina Rei. Nacque così il primo albergo che inaugurò la stagione turistica del 1965;  da allora l’intero litorale, daCala Sinzias a Capo Ferrato, divenne il Costa Rei.

Questo paradiso terrestre regno delle immersioni subacquee per i suoi fondali strepitosi pieni di flora e fauna autoctone  e protette conserva le vestigia della Preistoria, dell’era Nuragica e addirittura le prelibatezze dei piatti fenici. Furono i Fenici approdati nell’Isola verso l’VIII secolo a.C. ad insegnare ai nuragici la salatura delle uova di muggine, del Mugil cephalus femmina, che solo in questa zona produce uova prelibate come il caviale. Poi arrivarono gli altri popoli del Mediterraneo e con gli Arabi la Bottarga si trasformò in “battarikh”e conquistò i  mercati mondiali.

Durante il soggiorno nell’elegante villaggio turistico iGV Club Santagiusta, anche tu puoi imparare a cucinare un piatto di spagnetti alla Bottarga da accompagnare con il Vermentino di Sardegna DOC.  Presso iGV Club Santagiusta  il villaggio turistico delle vacanze da fini intenditori, soggiornano gli appassionati  del buongusto e del gusto, dei cibi sardi, del maialino arrosto cucinato allo spiedo, su porceddu, posto a riposare dopo la cottura sopra un letto di foglie e ramoscelli di mirto. Un buon pasto annaffiato dal Cannonau di Sardegna  rende la scoperta dell’Isola più divertente e leggera. Del resto bisogna pur mangiare, e nutrirsi in modo adeguato, durante una vacanza attiva e in movimento!

Poi viene il Mirto

La storia del Mirto pianta molto diffusa in Sardegna è romantica , ideale racconto da idillio bucolico e da poema georgico. Il Mirto, pianta officinale mellifera d’eccellenza, nella Mitologia greca fu pianta sacra a Venere. La dea, nata dalla spuma del Mare si rifugiò in un boschetto di mirti.

Dolmen e Menhir nuragici

A Villaputzu visita il complesso di tombe a Domus de Janas di Is Angurtidorgius. A Muravera  il complesso megalitico di Cuili Piras risalente al3000 a.C., ed il maggior Nuraghe della Sardegna sud-orientale, “sa Domu de s’Orcu”. A Goni raggiungi il Parco archeologico di Pranu Muttedu.

Fondali con relitti di navi affondate

Immergiti  nelle acque del mare del Costa Rei: nella Secca dei Berni c’è una  “Galera romana“, in quella di Punta Molentis è affondato un “Veliero Spagnolo, nella Secca di Libeccio vedi  “Ancore romane“. I fondali dell’Isola dei Cavoli nascondono il “Relitto dei tubi“, laSecca di Santa Caterina la “Nave da carico Egle“e a Capo Carbonara c’è il “Traghetto Elba Ferry“.

Feste di paese, sagre, tradizione e folklore

Non perderti la Festa della Madonna del Naufrago a Villasimius, il matrimonio selargino, la seconda domenica di settembre, con gli sposi legati con “sa cadena” al suono delle “launeddas” . A Muravera si svolge  il Carnevale Estivo con la sfilata delle maschere barbaricinee la Sagra degli Agrumi, profumo e sapore di arance mature.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here