Home News Accusato di aver strangolato un suo amico con una corda, 32enne in...

Accusato di aver strangolato un suo amico con una corda, 32enne in carcere

136
0
SHARE

Omicidio aggravato: è questa l’accusa per Eder Guidarelli, un 32enne che è accusato di aver strangolato con l’aiuto di una corda, Marcello Cenci, un suo amico che si trovava insieme a lui, lo scorso 2 luglio a Valencia. L’ordinanza di custodia cautelare in carcere è stata presentata dai carabinieri di Ferrara ai danni dell’uomo per omicidio aggravato. Guidarelli era stato già fermato a Ventimiglia mentre stava tornando in Italia dalla Spagna.

Successivamente, è stato trasferito nel carcere di Imperia e poi nei suoi confronti è arrivata l’ordinanza di custodia cautelare che ha raggiunto il giovane. Si è trattato di un episodio davvero assurdo, quello che ha riguardato la morte di Marcello Cenci. Il giovane si trovava a Valencia insieme al suo amico Eder Guidarelli, ma qualcosa tra i due sarebbe andato storto tanto che, secondo l’accusa, il 32enne avrebbe strangolato il suo amico con una corda. Un omicidio a sangue freddo che gli è costato per adesso, l’accusa di omicidio aggravato. A notificargli questa pesante accusa sono stati i militari di Ferrara che hanno effettuato tutta una serie di accertamenti di tipo tecnico ed inoltre, nel corso delle loro attività investigative hanno ottenuto dei riscontri specifici che non hanno lasciato dubbi circa la possibilità che Eder Guidarelli, sia stato l’assassino di Marcello Cenci. Secondo l’accusa, ci sarebbe stata una forte gelosia da parte di Guidarelli nei confronti di Cenci relativamente ad una donna che piaceva ad entrambi. Questo è il triangolo amoroso aveva dato luogo a ben a tre aggressioni di cui una Ferrara e altre due a Valencia.

Non a caso, era già in corso un processo per stalking che doveva essere discusso ad ottobre per guida rally. In realtà sulla vicenda però i due avevano cercato di trovare un accordo ed è per questo che alla fine la vicenda era andata un po’ per le lunghe. Anzi sembrerebbe che proprio nell’ambito del patteggiamento che si stava discutendo, c’era stata anche una richiesta di risarcimento dei danni che aveva fatto infuriare non poco una delle due parti. Forse proprio questa sarebbe la base dell’omicidio che avrebbe spinto Eder Guidarelli ad ammazzare il suo amico Marcello Cenci. L’omicidio è avvenuto lo scorso 2 luglio a Valencia, e per gli inquirenti i riscontri sono sufficienti per accusare di omicidio aggravato il 32enne, che ora dovrà difendersi da queste accuse. Intanto in queste ore Eder Guidarelli si trova in carcere ad Imperia ed ha già ricevuto la notifica sulla accusa di omicidio aggravato.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here